D. Lgs. 231/2001

Come previsto dal Decreto Legislativo 231 sulla responsabilità amministrativa delle società, Savino Del Bene ha adottato un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo che assicura correttezza e trasparenza nella conduzione degli affari e mira a prevenire i reati commessi nell’interesse o a vantaggio dell’azienda.

Secondo il Decreto Legislativo 231 del 8 giugno 2001, le aziende e in generale tutti gli enti possono essere chiamati a rispondere in sede penale, e quindi incorrere in sanzioni, per alcuni reati commessi nel proprio interesse o vantaggio dagli amministratori, dipendenti e altri soggetti che agiscono in nome o per conto dell’ente o dell’azienda. Il Decreto contempla in particolare reati nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, reati societari, reati legati alla sicurezza sul lavoro e all’ambiente, delitti di criminalità organizzata, terrorismo, reati informatici, delitti contro l’industria e il commercio, delitti contro la personalità individuale etc. Per minimizzare il rischio che siano commessi questi reati, ogni azienda è tenuta ad adottare un “Modello di Organizzazione e Gestione”, ossia un insieme di disposizioni e procedure, fra cui l’adozione di un Codice Etico e di Linee Guida Anticorruzione, l’istituzione di un Organismo di Vigilanza e l’implementazione di un sistema di controllo e sanzioni. L’adozione e l’efficace attuazione del Modello e la nomina dell’Organismo Di Vigilanza consentono all’ente di godere della clausola di esonero della responsabilità in caso di reati.

Il “Modello 231” di Savino Del Bene è un documento dinamico e condiviso. Dinamico, perché sensibile a ogni cambiamento normativo e organizzativo. Condiviso, perché la sua realizzazione coinvolge tutta la popolazione aziendale, sia nella fase precedente all’elaborazione, attraverso il risk assessment, che nella fase di attuazione, attraverso la formazione e l’informazione.

Oltre alla Società Capogruppo Savino Del Bene, anche altre Società del Gruppo hanno adottato un proprio Modello Organizzativo 231, che tiene conto delle specifiche attività svolte, e hanno nominato un Organismo di Vigilanza. Questa scelta, in linea con le indicazioni della dottrina e della giurisprudenza, permette di garantire un maggior grado di efficacia e concretezza ai Modelli Organizzativi.

Organismo di Vigilanza di Savino Del Bene S.p.A e delle controllate

L’Organismo di Vigilanza della Società Capogruppo (in seguito OdV) è un organo collegiale, dotato di poteri di iniziativa e di controllo, i cui componenti, individuati dal Consiglio di Amministrazione, devono possedere requisiti di autonomia, indipendenza, professionalità, continuità d’azione e onorabilità. All’OdV sono affidati compiti di vigilanza sull’osservanza delle prescrizioni del Modello, sulla reale efficacia del Modello e sull’opportunità di aggiornarlo, oltre che compiti operativi legati all’applicazione del Modello.
L’Organismo della Capogruppo Savino Del Bene S.p.A. è composto da tre membri, tutti esterni:
Presidente: Dr. Gucci Michele
Componente: Rag. Tofani Roberto
Componente: Dr.ssa Bastiani Alessia

L’OdV di Savino Del Bene S.p.A. assicura il coordinamento tra tutti gli Organismi di Vigilanza del Gruppo al fine di garantire un indirizzo unitario nelle attività di vigilanza, pur nella totale autonomia di ciascun OdV.

Monitoraggio e aggiornamento del Modello

L’insieme delle aree a rischio di commissione dei reati ai sensi del Decreto Legislativo 231 e delle regole di comportamento presenti nel Modello sono il frutto di un’analisi della documentazione aziendale e di riunioni con il personale, in modo da adeguare il Modello alle caratteristiche di ciascuna società del gruppo.

I Modelli di Savino Del Bene e delle controllate sono sottoposti a un monitoraggio continuo per valutarne l’efficacia e garantirne l’aggiornamento rispetto ai cambiamenti interni (nella struttura organizzativa, nelle attività di business…) ed esterni (evoluzioni legislative, best practice…). 

Formazione e informazione

La formazione del personale è un elemento essenziale per l’efficace attuazione del Modello. E’ stato quindi elaborato un piano formativo che comprende sia sessioni in aula che moduli in e-learning, con contenuti diversificati in base ai destinatari e basati su esempi concreti. Anche al fine di valutare la qualità dell’insegnamento, al termine dei corsi vengono distribuiti test di valutazione sulle tematiche oggetto della lezione.

Segnalazione di Violazione al Modello di Organizzazione e Gestione

Le segnalazioni di violazione al Modello 231 possono essere inviate via posta elettronica a: organodivigilanza@pec.savinodelbene.it oppure tramite posta all’indirizzo: Savino Del Bene S.p.A. – Organismo di Vigilanza Modello 231
Via del Botteghino 24/26
50018 Scandicci (Firenze)
Inoltre, è stato implementato il portale whistleblowing raggiungibile a questo sito savinodelbene.com