Merci pericolose: cosa sono, classificazione e normative

Shipping dangerous goods
Shipping dangerous goods

Nel complesso mondo della logistica e delle spedizioni internazionali, il trattamento delle merci pericolose rappresenta una delle sfide più delicate. Se non gestite con le giuste procedure, queste sostanze, a causa delle loro proprietà intrinseche, possono rappresentare un rischio significativo per la salute, la sicurezza e l’ambiente.

 

In questo articolo di Savino Del Bene l’obiettivo è di esplorare in modo dettagliato cosa si intende per merci pericolose, come queste vengono classificate a livello internazionale e quali normative ne regolano il trasporto.

 

Cosa sono le merci pericolose

 

Prima di tutto, proviamo a dare una definizione di “merci pericolose”. Con questo termine ci si riferisce a tutte quelle sostanze o materiali che, a causa delle loro proprietà fisico-chimiche o delle loro caratteristiche, possono presentare dei rischi durante il trasporto. Queste includono materiali tossici, radioattivi, corrosivi, esplosivi ed infiammabili. Le merci pericolose, quindi, sono vietate per il trasporto internazionale, a meno che non siano soddisfatte determinate condizioni di sicurezza.

 

A tal proposito, le Nazioni Unite (ONU) hanno istituito un sistema universale per la classificazione ed il trasporto delle merci pericolose. Tale sistema rappresenta la base della maggior parte dei regolamenti, sia nazionali che internazionali, e stabilisce nel dettaglio come tali merci devono essere imballate, contrassegnate ed etichettate per essere spedite in sicurezza. Per determinarne il grado di pericolosità, ogni singola sostanza viene testata ed a questa viene assegnato un numero ONU, un nome di spedizione appropriato e, talvolta, un gruppo di imballaggio che rappresenta un determinato livello di pericolo. Tutte queste informazioni sono obbligatorie e vanno incluse nella documentazione per il trasporto delle merci pericolose.

 

Classificazione delle merci pericolose

 

Proviamo ad andare più nel dettaglio della classificazione delle merci pericolose. Questa è basata su 9 classi (alcune delle quali presentano anche delle sottoclassi), ognuna identificata da specifici criteri e regolamenti. Di seguito l’analisi delle singole classi.

 

Classe 1: esplosivi

 

La classe 1 delle merci pericolose è relativa agli esplosivi. Per esplosivo si intende qualsiasi sostanza o articolo reattivo che contiene una grande quantità di energia potenziale che può produrre un’esplosione. Gli esplosivi sono suddivisi in sei sottoclassi, suddivise in base al rischio di esplosione.

 

Classe 2: gas

 

La classe 2 delle merci pericolose è relativa ai gas. Per “gas” si possono intendere gas puro o una miscela di due o più gas. Le materie di questa classe presentano tre sottoclassi: gas infiammabili (che possono provocare incendi), gas compressi non infiammabili (che possono provocare asfissia) e gas tossici (che possono provocare intossicazione).

 

Classe 3: liquidi infiammabili

 

La classe 3 delle merci pericolose è relativa ai liquidi infiammabili. I regolamenti sulla merce pericolosa definiscono i “liquidi infiammabili” come un liquido o una miscela di liquidi che hanno un punto di infiammabilità non superiore a 60° C. Questi liquidi emettono un vapore infiammabile che, se miscelato con l’aria, può prendere fuoco o esplodere.

 

Classe 4: solidi infiammabili

 

La classe 4 delle merci pericolose è relativa ai solidi infiammabili, ovvero sostanze che, pur essendo in stato solido, presentano un rischio di incendio durante il trasporto a causa delle loro proprietà fisico-chimiche. Questa classe è ulteriormente suddivisa in tre sottocategorie principali:

  • Classe 4.1: solidi infiammabili, sostanze autoreattive ed esplosivi solidi desensibilizzati;
  • Classe 4.2: sostanze suscettibili di combustione spontanea;
  • Classe 4.3: sostanze che, a contatto con l’acqua, emettono gas infiammabili.

 

dangerous goods classes

 

Classe 5: sostanze ossidanti e perossidi organici


La classe 5 delle merci pericolose è relativa alle sostanze ossidanti (5.1) e i perossidi organici (5.2). Le sostanze ossidanti sono composti chimici che possono rilasciare ossigeno, aumentando il rischio e l’intensità di un incendio. Non sono necessariamente infiammabili di per sé, ma possono contribuire a incendi, rendendo altre sostanze più facilmente combustibili. I perossidi organici sono composti chimici estremamente reattivi e spesso instabili. Possono decomporre, anche esplosivamente, sotto l’effetto del calore, della luce, dello shock o della contaminazione, e molte volte sono anch’essi infiammabili.

 

Classe 6: sostanze tossiche e sostanze infettive

 

La classe 6 delle merci pericolose è relativa alle sostanze tossiche (6.1) e alle sostanze infettive (6.2). Le sostanze tossiche sono quelle che possono causare danni alla salute o persino la morte se inalate, ingerite o assorbite attraverso la pelle. Le sostanze infettive sono quelle che contengono patogeni (batteri, virus, parassiti, funghi) che possono causare malattie negli esseri umani o negli animali.

 

Classe 7: materiali radioattivi

 

La classe 7 delle merci pericolose è relativa ai materiali radioattivi, ovvero a tutte quelle sostanze che emettono radiazioni ionizzanti, un fenomeno che può presentare rischi significativi per la salute umana e per l’ambiente. Le radiazioni possono essere di diversi tipi (alfa, beta, gamma, neutroni) e variano in termini di potere penetrante e livello di pericolosità.

 

Classe 8: sostanze corrosive

 

La classe 8 delle merci pericolose è relativa alle sostanze corrosive, ovvero tutte quelle sostanze che, a causa delle loro proprietà chimiche, possono causare danni gravi quando vengono a contatto con tessuti viventi o possono deteriorare o distruggere altri materiali, come metalli o plastiche. I materiali corrosivi possono essere acidi, basi o altri composti chimici che reagiscono con materiali diversi causando, appunto, un effetto corrosivo.

 

Classe 9: varie sostanze pericolose

 

La classe 9 delle merci pericolose è relativa ad una varietà di merce pericolosa che non rientra in nessuna delle altre classi analizzate. Questa categoria è piuttosto eterogenea e copre materiali ed oggetti con rischi diversificati: dai rifiuti pericolosi al materiale magnetizzato, passando per le batterie al litio.

 

Normative di trasporto delle merci pericolose

 

Come anticipato, la regolazione delle merci pericolose in termini di trasporto rappresenta un campo complesso. Le normative, infatti, variano a seconda del tipo di merce e del mezzo di trasporto utilizzato. Vediamo alcune delle più importanti:

  • ADR (Accordo europeo relativo al trasporto internazionale di merci pericolose su strada): che stabilisce le norme in tema di spedizioni via terra;
  • IMDG (Codice marittimo internazionale per merci pericolose) che stabilisce le norme in tema di spedizioni via mare;
  • IATA (Associazione Internazionale del Trasporto Aereo) che stabilisce le norme in tema di spedizioni via aerea;

 

Queste normative prevedono requisiti specifici per l’imballaggio, l’etichettatura, la manipolazione e il trasporto delle merci pericolose. Si richiede che i materiali siano classificati correttamente secondo le classi di pericolo e che vengano fornite informazioni dettagliate sui rischi associati. Inoltre, il personale coinvolto nel trasporto di merce pericolosa deve essere adeguatamente formato e informato sui protocolli di sicurezza e sulle procedure di emergenza.

 

Conclusione

 

La trattazione delle merci pericolose, quindi, necessita di un’attenzione particolare e la stessa documentazione risulta fondamentale durante il trasporto: documenti mancanti o compilati in modo non conforme rischiano di causare non solo ritardi nella spedizione ma potenzialmente anche gravi incidenti. Per questo motivo è fondamentale farsi affiancare da spedizionieri esperti in materia. Per i tuoi servizi di spedizione internazionale puoi affidarti a Savino Del Bene: offriamo conoscenze pratiche e personale addestrato per poter gestire al meglio le spedizioni di merce pericolosa relative al tuo business.

Riproduci video

SPECIAL EQUIPMENT

Spedizioni per carichi speciali

Questo servizio speciale è destinato alle spedizioni di merci fuori sagoma o/e con pesi che non rientrano nelle misure ordinarie delle spedizioni FCL o che richiedono una movimentazione fuori dagli standard. Un team di esperti, tra cui gli specialisti in Progetti Speciali, curano ogni singolo aspetto al fine di semplificare le spedizioni più complesse: dal trasporto dal luogo di produzione, alla consegna nel luogo di destinazione, carico e scarico attraverso navi specializzate, alla gestione documentale (permessi per la circolazione stradale portuale e di navigazione). Garantiamo una soluzione sempre personalizzata e flessibile per il vostro business.

LCL

Spedizioni marittime “Less than Container Load”

Quando i quantitativi di merce sono ridotti ma non si vuole rinunciare ai vantaggi della spedizione via mare, il servizio LCL consente di consolidare diverse partite di merce per la stessa destinazione. Offriamo questo servizio sulle più importanti rotte marittime, sia per merce dry che per merce a temperatura controllata.

FAST TRACKING

Compila i campi per tracciare la spedizione

FAST TRACKING

Complete la información para rastrear el envío

FAST TRACKING

Compila i campi per tracciare la spedizione

FCL

Spedizioni marittime “Full Container Load”

Questo servizio è la formula ottimale per lo spostamento di grandi quantitativi. Infatti il container viene riempito totalmente con la merce di un unico destinatario. Una tra le soluzioni più utilizzate è quella door to door, a cui si aggiunge, oltre alla spedizione via mare, un servizio multimodale su gomma o su rotaia, indipendentemente da quale sia il punto di partenza o di destinazione.

FCL